Giunti di dilatazione per pavimenti

Profili tecnici indispensabili che assorbono le dilatazioni termiche delle pavimentazioni, evitando così l’insorgere di fratture, influendo in maniera decisiva sulla qualità e sulla durata dei materiali posati. Ce ne sono di vari materiali, a seconda delle caratteristiche della pavimentazione, e con diverse colorazioni per abbinarsi al meglio con il rivestimento scelto.
Tutti i prodotti
Cosa sono i giunti di dilatazione

Le fughe che vengono stuccate fra una piastrella ceramica ed un’altra, altro non sono che giunti di dilatazione. In assenza, le piastrelle dilatandosi e contraendosi naturalmente, date le variazioni di temperatura e di umidità, rischierebbero di andare una contro l’altra con la conseguente formazione di crepe. Oltre alle fughe, quando la superficie pavimentata supera una certa dimensione, è necessario creare delle interruzioni di posa leggermente più grandi di spessore in cui vengono inseriti dei profili con un inserto elastico e con il compito di suddividere, appunto, la pavimentazione in aree più piccole, assorbendo le sollecitazioni meccaniche fra le stesse. Questi giunti, chiamati giunti di dilatazione, coinvolgono il solo spessore del rivestimento. Il discorso vale per ogni tipo di materiale che viene posato, sia per posa all’interno che all’esterno. Ciascun materiale ha delle proprie caratteristiche fisico-meccaniche, per cui di caso in caso bisognerà seguire particolari accorgimenti, ovvero definire dove è assolutamente necessario eseguire un giunto di dilatazione.

Quale giunto di dilatazione scegliere

La gamma dei giunti di dilatazione è ampia, e capire per quale profilo optare non è una decisione complessa. Il tutto dipende dal tipo di pavimentazione (materiale e dimensioni, ampiezza delle fughe, caratteristiche degli adesivi e degli stucchi) e dall’uso a cui è destinata. Facciamo l’esempio di una pavimentazione interna destinata solo al passaggio pedonale: se si posano lastre con 2 mm di fuga e un adesivo magari non tanto elastico, allora bisognerà optare per un giunto in alluminio con inserto sintetico, abbastanza largo, più vicino ai 12 che ai 5 mm, ad esempio il Coflex CB. Al contrario, con formati più piccoli, un adesivo elastico e un massetto adeguato alla pavimentazione, si può optare per un profilo in plastica come il Coflex CAJ e stare più vicino ai 5 mm. Nel caso in cui si posasse del marmo, per cui ci sia la necessità di levigare il pavimento, allora dovrai selezionare il giunto Coflex CTL, disponibile in vari materiali e con l’inserto in diverse colorazioni.