23/lug/2019

Staff+

Immersi in un romanzo nella “Flint House”, una meraviglia nel Buckinghamshire

Immersi in un romanzo nella “Flint House”, una meraviglia nel Buckinghamshire

Flint house, la selce del Buckinghamshire

Ispirandosi alle bianche scogliere di selce che corrono lungo la costa orientale della Gran Bretagna, gli architetti Skene Catling De La Pena hanno realizzato una casa dalla forma cuneiforme che si immerge perfettamente nella spigolosità del paesaggio. La tenuta Weddesdon Manor, denominata “Flint House”, appartiene alla ricca famiglia dei Rothschild e si è aggiudicata il prestigioso premio di House of the Year del Royal Institute of British Architects (RIBA).

La struttura è stata realizzata interamente con materiali naturali come selce e gesso e si suddivide in due volumi cuneiformi che danno l’idea di due possenti colline emerse direttamente dalla terra.

“Flint” significa proprio “selce” ed è tale materiale a fare da padrone alla tenuta ed al paesaggio circostante. È proprio la selce ad essere stata utilizzata come rivestimento dell’abitazione e si fonde perfettamente con il metallo ed il vetro delle facciate.

Un’idea brillante elaborata dagli architetti è stata lo sfumare la tonalità di selce in un colore sempre più chiaro man mano che la struttura si innalza verso il cielo. Dalla base realizzata con blocchi neri e squadrati di selce, sfumando lentamente in forme più armoniose fino al bianco del gesso, protagonista della fascia più alta della struttura. Ciò crea un particolare effetto ottico dando l’illusione che l’abitazione svanisca lentamente in prossimità dell’orizzonte, fondendosi con il bianco del cielo inglese.

Gli interni dell’abitazione si alternano tra spazi vetrati ove la luce governa ogni angolo, a zone rivestite di pietra dove il freddo della selce penetra dalle pareti dando la sensazione di vivere immersi nel stepposo paesaggio tipico del Buckinghamshire. La “Flint House” offre la possibilità di vivere un’esperienza magica e mistica, ricca di mistero e fascino, quasi come essere immersi in un vecchio romanzo dell’800.

"L'edificio ha una crudezza che riprende il paesaggio, che sporge dal terreno come una collisione di placche tettoniche, una montagna artificiale che segue il profilo degli alberi esistenti. Il paesaggio e l'architettura sono indissolubilmente legati, e la forma è scolpita con strati di materiali naturali che vi si trovano"

Skene Catling De La Pena Architects

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Staff+

29/mag/2019

Ice Dome, concerti in un capolavoro sul ghiaccio

Staff+

29/ago/2019

Coodo, la casa mobile prefabbricata