09/dic/2020

Staff +

Profili angolari e paraspigoli per piastrelle, soluzioni uniche per la posa

Profili angolari e paraspigoli per piastrelle, soluzioni uniche per la posa

I profili angolari e paraspigoli per piastrelle sono le soluzioni che fanno la differenza quando si decide di progettare o ristrutturare un edificio, sia esso domestico, industriale o commerciale. Tra tutti i complementi di posa decorativi o funzionali da installare in architettura, gli angolari sono tra i più utilizzati perché mettono insieme i canoni di bellezza ed eleganza con funzionalità e praticità. Caratteristiche che non possono mancare quando si parla di profili.

Esistono centinaia di soluzioni che si adattano ad esigenze di ogni genere. Da quelle a rapida installazione come i profili paraspigoli, a quelle più ingegnose e dinamiche come gli angolari.

Profilo angolare in alluminio

Come scegliere il profilo angolare per piastrelle in ceramica adatto a te

La scelta del profilo angolare ideale varia sicuramente a seconda delle esigenze personali ma anche in base alla struttura dell’edificio in cui si sceglie di installare il profilo.

E’ proprio per questo che i modelli di angolari e paraspigoli sono così numerosi; per adeguarsi, a seconda della tipologia, ad ogni condizione. 

Fanno parte quindi di una grande categoria, che per essere compresa nel migliore dei modi, va partizionata in gruppi minori:

  • Profili angolari con spigolo esterno: soluzioni estetiche di grande impatto, utili per evitare il taglio a 45° della ceramica e per nasconderne le imperfezioni, svolgono anche la funzione di protezione dagli spigoli vivi addolcendo il passaggio tra due pareti perpendicolari differenti;
  • Profili angolari con spigolo interno: elementi utilizzati principalmente in aree bagno per completare verticalmente le installazioni dei profili di giunzione tra rivestimento e pavimento;
  • Profili angolari per la giunzione tra muro e pavimento: detti in altri termini, sgusce igieniche, vengono applicati nelle aree bagno per evitare l’annidamento di polvere e sporco tra pavimento e rivestimento, si utilizzano anche per nascondere o sostituire le strisce di silicone che col tempo inevitabilmente ingialliscono.

Il profilo angolare per piastrelle Roundjolly RJ con finitura avorio in un piano bar moderno

Profili angolari a spigolo esterno per la posa delle piastrelle

I profili angolari a spigolo esterno sono stati ideati per proteggere la giunzione tra due pareti verticali rivestite in ceramica. La presenza di spigoli vivi tra i rivestimenti potrebbe esporre l’ambiente circostante a notevoli rischi; l’applicazione di un profilo, oltre a conferire un maggior valore estetico, ha la funzione di favorire l’accostamento tra le due pareti smussando l’angolo esterno grazie a superfici completamente o parzialmente arrotondate, a seconda della sezione del profilo. Forme e dimensioni garantiscono un’ampia possibilità di scelta in base ai propri gusti ed esigenze. L’abbinamento cromatico è un altro aspetto da tenere in considerazione. L’utilizzo di un materiale piuttosto che un altro permette di distinguere i canoni estetici da quelli funzionali favorendone la scelta.

Ripiano con profilo angolare a spigolo Squarejolly SJ e listelli decorativi

Tipologie di profili angolari

La scelta della forma di un profilo angolare ha una valenza perlopiù estetica, una superficie sottile e limitata può adeguarsi al meglio ad aree living di ambienti moderni e minimalisti mentre una sezione arrotondata, più elegante, trova maggior espressione in contesti commerciali e spazi ampi in cui è la finitura del profilo a metterne in risalto i dettagli. Scopriamo quali sono le principali tipologie di profili angolari:

  • Profili angolari arrotondati: tipologie di profili la cui superficie completamente curva permette di collegare dolcemente due pareti tra loro. E’ il caso di Roundjolly RJ, un profilo multifunzione molto semplice strutturalmente ma ampiamente utilizzato come angolare. Presenta una varietà di finiture tra le più ampie in commercio grazie alle versioni in acciaio, alluminio e resina sintetica.
  • Profili angolari squadrati: categorie con una sezione di curvatura molto meno accentuata dunque più tecnica e quadrata ma allo stesso tempo sicura dal punto di vista funzionale. Sono le caratteristiche di Squarejolly SJ, anch’esso multifunzione e applicabile sottopiastrella come il precedente. Vanta di una notevole quantità di finiture decorative in linea con le attuali tendenze architettoniche.

Il profilo angolare squadrato Squarejolly SJ in acciaio inox

Materiali dei profili angolari

Ciò che distingue tecnicamente un profilo è il materiale, le differenti proprietà naturali di ognuno di essi permettono di determinare qual è l’ambiente adatto in cui applicare un profilo angolare evitando che quest’ultimo si danneggi nel tempo. Sono le condizioni termiche, l’umidità, l’esposizione all’acqua e agli agenti chimici che ne stabiliscono la giusta applicazione. Vediamone le caratteristiche:

  • Profili angolari in acciaio inox: materiale decisamente durevole, applicabile in ambienti con elevato tasso di umidità come bagni e piscine, è dunque resistente all’acqua e agli agenti chimici. E’ soggetto a sofisticati processi di finitura come quella lucida, sabbiata e spazzolata, per incrementarne il valore estetico e l’impatto visivo. Un esempio? Trimtec TR, è molto sottile e minimalista, di grande impatto estetico se messo in contrasto con rivestimenti dai toni chiari.
  • Profili angolari in alluminio anodizzato: materiale notevolmente più facile da trattare perché tagliato attraverso precisi processi di estrusione, a differenza dell’acciaio le cui forme si ottengono attraverso la tecnica della pressopiega. Le sezioni dei profili angolari in alluminio sono infatti molto curate al minimo dettaglio, ciò permette di abbellire gli spigoli esterni di un edificio con forme particolari e complesse di un materiale decisamente resistente anche se inferiormente all’acciaio.
  • Profili angolari in resina sintetica: soluzioni economiche ed inevitabilmente meno resistenti delle precedenti, la resa estetica è pressoché invariata grazie alla qualità delle finiture ma le proprietà durevoli del materiale non potranno mai competere con acciaio e alluminio. E’ comunque un materiale leggero e al quale si possono applicare precise e specifiche finiture per chi è alla ricerca di tonalità cromatiche molto particolari. Tonalità come quelle di Roundjolly RJE, un profilo con superficie arrotondata disponibile in diversi colori tra cui le versioni con effetti lucidi laccati.

Il profilo angolare sottile in alluminio Kerajolly KJ

Come scegliere gli angolari per mattonelle con più facilità

Essendo molto numerosi, i modelli di profili angolari spesso non vengono scelti con facilità, è necessario capire qual è l’alternativa ideale per le proprie esigenze. 

Prima di tutto è necessario verificare l’altezza della piastrella da posizionare a parete, dev’essere compatibile con il livello della sezione del profilo, è importante la precisione in questo passaggio per evitare risultati spiacevoli ad opera conclusa.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’area di installazione, come abbiamo visto, non tutte le condizioni termiche e ambientali si adattano ai materiali in cui sono realizzati i profili, bisognerà quindi valutare la soluzione ideale trovando il giusto equilibrio tra resistenza ed estetica.

Le specifiche artistiche e di design date dalle forme dei profili angolari non vanno sottovalutate, installare un profilo con una finitura non coerente all’ambiente circostante, può finire per risultare contrastante con lo stile dell’edificio. Nonostante il profilo sia un piccolo elemento decorativo, la scelta di una finitura adeguata può fare la differenza.

Il profilo angolare per mattonelle Squarejolly SJ in una cucina moderna

Profili angolari a spigolo interno per la posa della ceramica

I profili angolari per rivestimenti a spigolo interno vengono, nella maggior parte dei casi, utilizzati nelle aree bagno, questo perché si accostano agli elementi di giunzione tra muro e pavimento, completando verticalmente l’installazione. Sanitec SB 12, ad esempio, è un profilo in alluminio anodizzato, disponibile anche nella versione cromata. Presenta una forma particolarmente originale perché, una volta applicato, la sua superficie, genera un piacevole effetto di raccordo a 45° tra le due pareti, questo garantisce maggior facilità durante le fasi di pulizia.

Durante la costruzione o ristrutturazione di un bagno la migliore soluzione sarebbe quella di pianificare la posa dei rivestimenti contestualmente a quella dei pavimenti, in modo da poter scegliere se installare sgusce igieniche per gli angoli interni a pavimento in abbinamento a profili angolari a rivestimento.

Il profilo angolare a spigolo interno in alluminio Sanitec SB 12

Profilo angolare di giunzione tra muro e pavimento

Generalmente detti sgusce igieniche, i profili angolari di giunzione sono spesso utilizzati per poter rientrare nelle norme igienico-sanitarie prestabilite per i luoghi pubblici quali bagni, industrie alimentari, piscine. Hanno la funzione di favorire la pulizia degli angoli interni in cui si accumula spesso sporco e germi. L’utilizzo di una sguscia igienica facilita il passaggio tra pavimento e rivestimento attraverso superfici curve, di conseguenza la pulizia sarà molto più rapida ed efficace. E’ importante distinguere le due differenti applicazioni, prima e dopo la posa delle piastrelle. La gamma sanitec offre entrambe le soluzioni: Sanitec SB in acciaio inox dev’essere applicato tra pavimento e parete durante la posa. E’ compatibile con dei raccordi per angoli esterni ed interni, utili a seconda della tipologia di ambiente e un elemento di giunzione triassiale per il completamento verticale dell’installazione. Sanitec SB 20 invece, può comodamente essere applicato post posa grazie ad una potente striscia adesiva posta sul retro della superficie, l’alluminio di cui è composto è soggetto a processi di anodizzazione che ne incrementano la resistenza.

La sguscia igienica Sanitec SB 20, uno dei profili angolari di giunzione tra muro e pavimento

Profilo angolare con funzione terminale per il bagno

Tra i profili angolari esistono anche quelli con funzione terminale, il loro prevalente utilizzo è l’area bagno. Vengono applicati in quei casi in cui la superficie piastrellata dei rivestimenti non ricopre completamente il muro sottostante, si crea dunque una sorta di scalino che viene spesso nascosto dai profili terminali. La funzione di questi profili è quindi di protezione fisica dallo spigolo vivo della piastrella e visiva dai difetti inevitabilmente creati al taglio di quest’ultima. Trialjolly TJ può essere un corretto esempio di profilo da applicare in queste situazioni, la sua forma a rampetta rende il passaggio tra muro e piastrella molto più piacevole e decorativo svolgendo al contempo le funzioni sopracitate.

Il profilo angolare con funzione terminale Trialjolly TJ

Differenze tra paraspigoli e profili angolari

Per quanto riguarda i profili per rivestimenti, oltre alla definizione “profili angolari”, è frequente l’utilizzo della parola “paraspigoli”. Quali sono le differenze tra i due?

Possiamo affermare che i profili angolari fanno parte di una grande categoria che racchiude tutte le diverse tipologie di profili citati in precedenza con la funzione di protezione e accostamento tra due pareti. I paraspigoli dunque svolgono le stesse identiche funzioni con l’unica differenza che vengono applicati dopo posa. Questo li rende perfetti per garantire accostamenti tra superfici non solo ceramiche ma anche di diverso materiale. Così come le superfici, anche i paraspigoli possono assumere caratteristiche differenti. Vengono realizzati in alluminio, ottone, acciaio, resina sintetica e PVC. L’ingombro estetico di questi profili è nettamente maggiore rispetto ai classici angolari per spigoli esterni, di conseguenza aumenta anche l’area di protezione. Tutto ciò li rende quindi adatti ad usi commerciali e all’interno di ospedali in cui la protezione e la riduzione dei rischi viene prima di tutto.

Tra le soluzioni più diffuse vediamo il Keracorner CO disponibile in diversi materiali e finiture; è applicabile al rivestimento con colla o adesivo, a seconda della composizione materica.

Wallprotection WA invece ha una resa estetica minore perché realizzato in resina sintetica ma l’inserto in gomma lo rende uno tra i più sicuri dell’intera gamma.

Paraspigolo in acciaio inox Keracorner CO

Quali profili angolari si possono utilizzare in ambienti sanitari?

Quando si parla di ambienti sanitari, per i profili passano in primo piano i canoni della sicurezza e funzionalità lasciando momentaneamente in disparte il fattore estetico. Ebbene, se si potessero combinare entrambi i valori? E’ il caso dei profili in PVC e resina sintetica, soluzioni molto diffuse in contesti sanitari e in luoghi frequentati da bambini. Hanno l’incredibile proprietà di assorbire gli urti riducendo così i rischi di incidente e infortunio.

Le finiture disponibili sono molteplici e anche molto particolari grazie ai processi di decorazione legati soprattutto alla superficie del materiale. La resa estetica dei profili angolari in PVC è molto vicina alle alternative in alluminio anodizzato anche se presenta inevitabilmente qualche vincolo. La lucentezza data da alcune finiture applicate all’alluminio non si potrà mai eguagliare ad una superficie plastica.

Il PVC e la resina sintetica restano comunque delle valide alternative, più economiche delle versioni in metallo, sicure ed efficaci.

Il paraspigolo in resina sintetica per ambienti sanitari - Wallprotection WA

Tipologie di profili angolari in PVC

Tra le numerose soluzioni, i profili angolari in PVC e resina sintetica presentano un’ampia gamma di scelta grazie alle diverse forme che li differenziano tra loro. Tra le più diffuse alternative vediamo Roundjolly RJS: presenta la tipica sezione completamente arrotondata ma ciò che conferisce a questo profilo un valore aggiuntivo sono le sofisticate finiture effetto marmo. Può essere quindi affiancato a piastrelle di alta qualità con motivi decorativi originali e risultare quasi impercettibile combinandosi a pieno con le tonalità circostanti. L’effetto di continuità che crea tra rivestimenti della stessa tipologia è un grande valore aggiunto di questo angolare per piastrelle.

Le proprietà del materiale, rendono le versioni in PVC adatte anche ad ambienti commerciali e industriali, in particolare per i modelli paraspigoli progettati in resina sintetica dalle affini caratteristiche. La gamma Wallprotection ne rappresenta l’esempio perfetto.

Profilo angolare in PVC Roundjolly RJS

Ora conosci tutto quello che c’è da sapere sui profili angolari per rivestimenti ma questa è solo una piccola parte dell’intera gamma che offriamo, ti piacerebbe saperne di più? Clicca qui.

 

Non sai bene quale profilo angolare scegliere? Contattaci e ti aiuteremo a trovare il profilo adatto a te, perfetto per il tuo ambiente.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Staff +

26/nov/2020

Profili per scale interne rivestite in laminato, come sceglierli e come posarli.

Staff+

11/dic/2020

Battiscopa in legno, pvc, alluminio? meglio se veste il tuo ambiente